fbpx

Parole per l'anima

Contattami per la tua chiamata gratuita di 30 minuti!

"LA VIA DELL' AMORE"

"LA VIA DELL' AMORE"

Questo periodo storico così particolare ci sta portando a creare divari e separazioni, giudizi e pregiudizi, nel momento in cui si manifestano diversità di pensiero e di scelta.
Tutto ciò rischia di alimentare tra le persone una forte rabbia, scherno, sarcasmo, inganno, abuso, ingiustizia, sofferenza, violenza, odio.

Prima di limitarti a giudicare la realtà che vedi all'infuori di te, domanda a te stesso se anche tu, nel tuo piccolo, nella tua realtà interiore, stai in qualche modo operando in quella direzione, se anche tu, consapevolmente o meno, ti comporti da "carnefice" di te stesso o nei confronti delle persone che hai intorno, se anche tu fai...se anche tu...

Queste riflessioni, queste domande ti offrono l'occasione preziosa di imparare ad "utilizzare" ciò che sta accadendo nella tua realtà esterna come un "trampolino di lancio" per fare un "salto di coscienza" nelle Acque Sacre della "Conoscenza di te".

Tras-forma, ovvero vai
oltre la forma ciò che stai vivendo!
Fa che sia per te uno stimolo imperdibile, per dissolvere i tuoi irretimenti interiori, sciogliere i tuoi nodi, illuminare le ombre dentro di te e fare un profondo lavoro di integrazione interiore.

In questa fase che stiamo attraversando è molto importante rimanere dunque ancorati all' "Energia dell'Amore Universale".
Come? ricercando la pace interiore dentro di sé, per poter nutrire la giusta distanza emotiva da ciò che accade ed emettere frequenze di pace verso gli altri.

È fondamentale perseguire i valori del cuore: l'amorevolezza, la gentilezza, la compassione, la solidarietà, il sostegno, l'ascolto, la collaborazione, la cooperazione, la condivisione, la vicinanza emotiva, la comprensione...

Tutto ciò per arrivare ad essere persone sempre migliori e per alimentare il nostro senso di umanità, contribuendo a creare relazioni più armoniche con noi stessi e gli altri.

Chiediti se ogni giorno ti poni in modo amorevole nei tuoi confronti e verso gli altri.
Se così non fosse, ti invito a perseguire la strade del cuore, la via dell'Amore, nutrendo la pace dentro di te e dissetandoti alla Fonte della Conoscenza.

Questo per arrivare ad essere sempre più congruente tra ciò che senti, ciò che pensi, ciò che dici e ciò che fai.
Per allinearti sempre più profondamente al tuo vero Sé e allo scopo della tua Anima.

Con Amore

Un Abbraccio di Luce

03.10.2021

"LA TRASMUTAZIONE del FUOCO"

"LA TRASMUTAZIONE del FUOCO"

Così come il fuoco, che sembra essere spento fino a divenire brace, può essere riattivato con un soffio, anche una relazione che sembra spegnersi, andando alla deriva, può essere ravvivata attraverso il soffio vitale, l'Anima dei due partner.

Solo attraverso la loro forza di volontà, prendendosi la responsabilità di andare alla scoperta della propria scintilla divina, contattando il proprio Fuoco Sacro, i due partner arrivano a nutrire nuovamente la relazione, facendola crescere.

Ciò è possibile se si percepisce che, sotto sotto ciò che può sembrare brace, arda ancora l'anima pulsante della relazione che chiede di emergere dall'oscurità, per divenire un fuoco brillante, passionale e vivace, riflesso di quello interiore .

24.8.2021

"INDOVINA CHI VIENE A CENA?"

"INDOVINA CHI VIENE A CENA?"

Ieri sera ho ordinato qualcosa da mangiare in un bar a fianco ad una pineta e poi mi sono andata a sedere al tavolo di legno tra gli alberi in attesa che mi portassero il cibo.
Andavo un po' di fretta.

Ero stata lì anche due giorni prima ad un orario più tardo e mi ero goduta sia il cibo che la location suggestiva, oltre ad aver avvistato un cinghiale da lontano che girava nei paraggi.

Dopo un'attesa prolungata mi sono chiesta: "Riuscirò a mangiare oggi?"
E in un attimo mi sento chiamare dal cameriere che mi porta una busta con il cibo impacchettato da portare via.
L'ho guardato un po' perplessa e gli ho detto: "Grazie! Ci sono anche le posate?"
E lui: "No, perché cena qui?!"
Ed io:" si, ceno qui!"
E lui: "e allora perché c'è la busta?"
Ed io: "non lo so!"

In un attimo arriva il cameriere a portarmi le posate e con l'acquolina in bocca mi appresto finalmente a mangiare il cibo tanto atteso...

Dopo un minuto  sento la mia attenzione rivolgersi altrove e mi accorgo che c'era un cinghiale che si aggirava con nonchalance nella pineta tra i tavoli a mangiare residui di cibo..
Rimango inizialmente colpita e poi vedendo che sembrava mansueto lo inizio a fotografare.

Mi risiedo per continuare a mangiare e mi ritrovo immediatamente circondata da 3 vespe che mi ronzano sul piatto e con, non poca tensione, ho iniziato a condividere la mia cena con loro, con la massima attenzione e prudenza, onde evitare di addentarne una per sbaglio.

Poi a fine cena ho riflettuto che forse forse quello che sarebbe potuto essere considerato un errore, ovvero il cibo da portare via, non sarebbe stato proprio un errore, bensì un "invito dall'Alto" per evitare situazioni successive che potrebbero crearci delle difficoltà e tensioni.

Questo evento mi ha fatto riflettere su quante volte noi riceviamo degli "aiuti invisibili" che ci porterebbero in altre direzioni, magari migliori per noi, ma che in quel momento, presi da noi stessi, così attaccati ai nostri desideri  avviluppati nei nostri pensieri o schiacciati dai nostri problemi, non siamo in grado di vedere, riconoscere e di prendere al volo.

Vi è mai capitato di osservare questo fenomeno?
Anche a voi è capitato un qualcosa di simile?

23.8.2021

"ANCHE LE COZZE INSEGNANO"

"ANCHE LE COZZE INSEGNANO"

Lo avreste mai detto che anche le cozze possono trasmettere insegnamenti di vita?
Io mai! Sta di fatto che ieri sera mi sono preparata un succulento saute' di cozze.
Ne ho fatte tante Non! Non vedevo l'ora di gustarle! Sono ghiotta di cozze!

Nel mio piatto ce ne erano tante: alcune aperte, alcune seriamente, alcune chiuse, adagiate su un sughetto squisito.

Ebbene mentre le mangiavo, mi sono resa conto che mi ero subito indirizzata verso quelle aperte pochi millimetri, cercando di forzarle in tutti i modi, per potermele mangiare.
Ad un certo punto mi sono sentita osservata...erano le cozze, quelle aperte, belle carnose, che mi guardavano sconsolate..

Nel loro sguardo ho percepito queste parole: "ma come?!  noi siamo qui, davanti a te, aperte, pronte e disponibili e tu neanche ci guardi e ci consideri, puntando sulle cozze chiuse?! Ma perché?!
Non capisci che noi ci raffreddiamo fino a seccarci e che tu così avrai perso solo tempo, rinunciando alla piacevole sensazione di gustare noi che siamo qui pronte per te?!"

A sentire quelle parole, sono rimasta letteralmente di stucco!
Non avrei mai potuto immaginare che le cozze potessero comunicare telepaticamente con me!
E per di più aprirmi gli occhi così di scatto, dandomi una lezione di vita!

Mi hanno fatto riflettere su quanto spesso, presi dalla smania, dall'avidità o dalla bramosia, insomma da qualcosa che ci crea una forma di attaccamento, ci ostiniamo a scegliere la strada più impervia, quella chiusa, quella con il cartello "senza uscita", quando davanti a noi abbiamo invece strade più invitanti che ci aspettano.

Avete mai vissuto un qualcosa di simile?

Cos'è che vi ha spinto a fare quel tipo di scelta?
E poi...si tratta realmente di una scelta o di un'azione condizionata da altro?

Cos'è che porta a non considerare la disponibilità di un qualcosa presente nel qui e ora proprio per noi?

Quale condizionamento ci fa da paraocchi, impedendoci di vedere le numerose possibilità di fronte a noi?

14.08.2021

Francesca Di Sarno
Via Clauzetto 58, 00188 Roma
Cell: +39.340.58.88.027
Mail: Contattami
FB: https://www.facebook.com/francescadisarnoformatrice/

 
 
Privacy Policy
Cookie Policy